Fondazione Archivio Donetta

Roberto Donetta - Un fotografo d'inverno

Mostra

Da Natale 2013 a Pasqua 2014, la Fondazione Archivio Roberto Donetta propone alla Casa Rotonda di Casserio una selezione delle fotografie scattate da Roberto Donetta durante la stagione invernale, grazie alle stampe moderne realizzate a regola d’arte da Alberto Flammer.

Data di inizio 26.12.2013
Data di fine 27.4.2014
Corzoneso, Casa Rotonda

 

L'inverno potrebbe essere considerato una stagione di quasi totale inoperosità per i fotografi d'inizio Novecento, a causa del rallentamento del ritmo di vita della società rurale, della totale assenza di turisti e di forestieri in valle e della poca disponibilità della materia prima: la luce. Anche Donetta si deve adeguare a questa situazione, ma continua comunque a fotografare senza sosta. In mancanza di estranei, i soggetti privilegiati dei suoi ritratti diventano i membri della sua famiglia, che vengono coinvolti in scenette legate alle festività di fine anno. Il fotografo bleniese non manca di documentare le prime tracce del Natale «moderno» (l'abete, i regali) e degli sport invernali (lo sci). La stagione più rigida ha anche le sue tradizioni (la mazza del maiale), le sue disgrazie (la «buzza»), i suoi riti (il funerale sotto la neve), le sue curiosità atmosferiche (il ghiaccio). L'inverno è pure il momento in cui si ha più tempo per le distrazioni (il primo cinematografo ambulante, il carnevale) ma anche quello in cui si nota la maggiore discrepanza tra l’abbigliamento di un secolo fa e quello di oggi. Una trentina di piccole «annotazioni fotografiche» che ci riportano a un inverno più silenzioso e più riflessivo.